Scampata collisione da parte della Stazione Orbitante con una massa di detriti spaziali

Scampata collisione da parte della International Space Station (Iss) con una massa di detriti spaziali. I componenti della stazione spaziale, per precauzione, si sono rifugiati a bordo della Soyuz. La massa, di origine sconosciuta, è passata ad una distanza di circa 250m dalla navicella con la concreta possibilità di dare origine ad una collisione. La stazione non è stata in grado di evitare in anticipo questo rischio con un cambiamento di rotta in quanto la traiettoria della massa è stata scoperta solo con 15 ore di anticipo, un tempo non sufficiente per tale manovra.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Tornati a casa i radunisti di Torino



Tra i 35 mila radunisti giunti a Torino,  anche alcuni soci della A.A.A. - Sezione di Ginosa. Come abbiamo già detto da queste pagine , per la prima volta hanno sfilato insieme le Associazioni Arma Aeronautica e quella degli Aviatori dell'Erercito. Il cielo di Torino è stato sorvolato dalle Frecce Tricolori che ha salutato i radunisti.  I Nostri Soci sono tornati soddisfatti e carichi di emozione che non hanno avuto difficoltà a definire così:
"... è stata un'esperienza da fare e da ripetere... difficile spiegare le emozioni che si provano a essere attori protagonosti di eventi di questo genere... complimenti agli organizzatori. Presto alcune foto dell'evento.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

La luna Rossa

Mercoledì 15 giugno, il nostro satellite sarà totalmente oscurato dal cono d'ombra della Terra. Potremo assistere ad un’eclissi di luna totale. L’inizio della fase di oscuramento è prevista per le 21.22 e la totalità finirà alle 23,03 mentre l’uscita dall’ombra nell’ora successiva.
Il fenomeno sarà visibile orientativamente in tutta l’Italia ma con alcune limitazioni soprattutto nel Nord Italia. Solo a Reggio Calabria si potrà assistere sin dall'inizio il fenomeno. Comunque per poter assistere completamente all'eclissi, conviene cercare un luogo alto in quanto la Luna sarà bassa all'orizzonte.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

35 mila gli aviatori che sfileranno a Torino.

In 35 mila sfileranno a Torino, prima Capitale d'Italia, per il raduno degli aviatori dei 150 anni dell'unità. Tra questi anche alcuni soci della A.A.A. - Sezione di Ginosa. Come abbiamo già detto da queste pagine, per la prima volta sfileranno insieme le Associazioni Arma Aeronautica e quella degli Aviatori dell'Erercito. Oggi il cielo di Torino sarà sorvolato dalle Frecce Tricolori che saluterà i radunisti. Perchè a Torino? Perchè Torino è ha visto il primo volo di un aereo a motore interamente costruito in Italia, perchè a Torino nel 1952 è nata l'Associazione Arma Aeronautica e nel 1953 ha visto il primo raduno della stessa.
Alcuni nostri Soci hanno raggiunto il luogo dell'adunata da dove ci invierà delle foto che presto pubblicheremo su queste pagine e sul sito ufficiale della Sezione di Ginosa aeronauticaginosa.net.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

La Marina Militare festeggia anche a Taranto

dal sito Marina.difesa.it
Venerdì 10 giugno, a La Spezia, presso la passeggiata Morin, la Marina Militare celebra il suo 150° compleanno, (diretta su RAIUNO dalle ore 10,50) in ricordo dell'impresa di Premuda, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell’ambito dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il Capo dello Stato sarà ricevuto dal Ministro della Difesa Ignazio La Russa, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio Abrate e dal Capo di Stato Maggiore della Marina Ammiraglio di Squadra Bruno Branciforte.  Anche a Taranto sarà possibile visitare le navi ancorate nel porto.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Associazione Arma Aeronautica e Associazione Aviazione Esercito per la prima volta insieme

In occasione del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, per la prima volta, l'Associazione Arma Aeronautica e l'Associazione Aviazione Esercito sfileranno insieme durante il Raduno Nazionale in programma il 10 e l'11 giugno.

Il presidente dell'Associazione Aviazione Esercito, il Generale Antonio Lattanzio e il Generale Giambartolo Parisi, presidente dell'Associazione Arma Aeronautica, hanno spiegato che tale evento e' legata sia ai festeggiamenti per i 150 anni, sia al fatto che "ritrovarsi qui, a Torino, prima capitale d'Italia, per noi aviatori ha un significato del tutto particolare".

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

In Islanda gli Aerei e le navi

Aeronautica e Marina Militare Italiana, sono impegnate in Islanda per un'esercitazione congiunta "Northern Viking" dell'European Command.

Dal 02 al 10 giugno, 4 caccia "Eurofighter" e un "KC-130-J" dell'Aeronautica assieme al reggimento "San Marco" della Marina militare, sono impegnati per la prima volta in addestramento congiunto in Islanda, nell'aeroporto di Keflavik, per la "Northern Viking 2011", una esercitazione interforze basata su un trattato bilaterale tra il governo islandese e l'Useucom, European Command, "per addestrare le componenti nella fase di deployment, employment e redeployment delle forze di risposta in un'area di crisi".

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

2 giugno avrà come tema il "150esimo anniversario dell'Unità d'Italia"

La parata militare del  2 giugno avrà come tema il "150esimo anniversario dell'Unità d'Italia". Sarà articolata in tre settori e durerà 80 minuti. I Numeri: 5.239 militari, 460 civili, 216 quadrupedi, 196 mezzi di varia tipologia, 9 velivoli e 161 bandiere e medaglieri sfileranno davanti alle più alte cariche dello Stato e di governo e ad oltre 83 delegazioni straniere invitate per l'evento.
L'inizio è previsto per le 11 a via dei Fori Imperiali, a Roma.

Il primo settore, storico-rievocativo, racconterà le origini dello Stato Unitario, le Guerre d'Indipendenza, la Grande Guerra, la II Guerra Mondiale e la Liberazione, attraverso le tradizioni, le gesta e le uniformi d'epoca di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e di tutti gli altri Corpi armati e non dello Stato.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter