Calendari 2011 Forze Armate

Dall'ANSA:

L'Italia compie 150 anni e l'Esercito le dedica il proprio calendario 2011, dodici mesi che raccontano, con le immagini provenienti dall'archivio storico, il passato e il presente della forza armata.
Il "percorso etico e storico" compiuto dall'Arma in quasi duecento anni di storia è il filo conduttore dell'annuario dei Carabinieri, mentre la Polizia sceglie di affidare le sue tavole agli occhi e ai clic diretti e sinceri dei ragazzi dell'Istituto di Stato per la cinematografia e la televisione Roberto Rosselli di Roma.
L'Aeronautica sceglie le immagini di grande effetto dei suoi aerei, dall'AMX Ghibli in operazione in Afghanistan al C130J Hercules della 46/a brigata aerea di Pisa, dall'RQ-1B Predator che atterra al Tornado ECR del 155/o Gruppo del 50/o Stormo in decollo.
La Marina Miltare ripercorre le tappe fondamentali della storia contemporanea dell'Italia e chiude con la tavola dedicata alla missione umanitaria internazionale di soccorso alla popolazione di Haiti, colpita dal terremoto del 12 gennaio 2010, che è stata condotta con la portaerei Cavour, alla sua prima missione.
La ''La sicurezza oltre il tempo'' è il titolo dell'annuario dei Vigili del Fuoco che rappresenta attraverso immagini, sapientemente montate, l'evoluzione dell'equipaggiamento, dei mezzi e delle attrezzature e, quindi l'evoluzione operativa del Corpo Nazionale.
La Guardia di Finanza dedica le sue tavole interamente agli sportivi, che con le fiamme gialle che hanno dato all'Italia decine di medaglie olimpiche e mondiali.
Ci sono anche Bianca Guaccero, Martina Colombari, Gigi Proietti e Lando Buzzanca tra i protagonisti del calendario 2011 della Polizia Penitenziaria.
La Guardia Costiera celebra il mare con un annuario ispirato ai quadri di Edward Hopper mentre la Guardia Forestale dedica i suoi dodici mesi al ruolo delle foreste, alla gestione sostenibile della natura, alla difesa del suolo e ai cambiamenti climatici.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Nessun commento:

Posta un commento